Mercatino delle pulci/Flohmarkt

Se siete (quasi)studenti squattrinati, giovani dal lavoro precario, gente semplice dalla basse pretese o semplicemente taccagni degni eredi spirituali di Zio Paperone, ma nonostante questo avete bisogno di riempirvi la casa del minimo necessario per vivere comodamente, la Germania offre numerose alternative alla classica Ikea.

Il sito di ebay offre una sezione dedicata alla vendita di oggetti di seconda mano: http://kleinanzeigen.ebay.de/ A volte si trovano offerte strepitose: io mi sono comprato tre magnifiche tortiere in silicone nuove a soli 15 €, mentre la rete del letto mi è costata solo 5 €. Un mio amico si sta lentamente riempiendo la casa di cianfrusaglie trovate sul sito: tavolini in salotto, piante, pentole.

In caso di trasloco la gente ammassa le proprie cose dismesse sul marciapiede, in attesa che arrivi il furgone del comune per portarle alla discarica. Nel frattempo, chiunque può portarsi a casa i pezzi che preferisce. Forni, mobili, materassi, microonde, addirittura porte.

In più ad Hannover si tiene il mercatino delle pulci più vecchio della Germania (ha compiuto infatti 67 anni). Si tiene il sabato mattina, sulla riva del fiume, intorno alle Nanas. Ci si trova di tutto, ma raramente qualcosa di acquistabile. Una serie indefinita di bancarelle e tavolini pulciosi che espongono, più che articoli usati, i contenuti d’annata di cantine e soffitte. Un bazar alla tedesca: disordinato ma senza allegria. A chi può interessare una pelle di capra, una bambola di plastica senza vestiti, coltelli senza filo né splendore, giradischi e microonde risalenti all’epoca della loro invenzione? Più appetibili sono i cd e dvd, si trova sempre qualche pezzo raro o che risveglia in noi una certa nostalgia, le raccolte di cartoline d’epoca, le targhe d’auto provenienti da tutto il mondo, i gioielli di bigiotteria, i francobolli, le spillette e i fumetti, i grembiuli e i berretti sferruzzati da vecchie signore. Se smaniate per un servizio di tazzine di té in porcellana che solo vostra bisnonna ha ancora in casa, fate pure un giro. In fondo è un modo per dare una nuova vita a oggetti che altrimenti andrebbero buttati.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s