Piove/Rain



  • L’unico argomento sul quale tutti hanno qualcosa da dire e che non tocca la sensibilità di alcuno
  • La curiosità alla quale gli espatriati rispondono più di frequente, tanto più se vivono nel Nordeuropa
  • La discussione che maggiormente permea i discorsi britannici
  • Il punto che accomuna oriundi e nuovi arrivati quando c’è da lamentarsi
https://i2.wp.com/cache2.artprintimages.com/p/LRG/29/2955/NJPRD00Z/art-print/elderly-priest-and-young-woman-trying-to-hold-on-to-an-umbrella-turned-inside-out-by-a-gust-of-wind.jpg

Ve lo giuro: se provate ad aprire l’ombrello, dopo tre minuti vi ritroverete in questa situazione.

La parola della ghigliottina di stasera è: il tempo.

{Davide, com’elo el tempo lì da ti? Gh’è fredo?}xN

A Glasgow il tempo non è brutto. Non solo.

Può essere anche pessimo, schifoso, orribile, deprimente. Almeno un po’ deve piovere, ogni giorno.

La pioggia britannica è un po’ più fastidiosa di quella tedesca, le gocce sono grosse e pesanti. Questo non basta peraltro a indurre all’uso dell’ombrello, tanto la pioggia arriva dal basso o di traverso, trascinata dal vento e rimbalzando sulle pocce. Queste ultime non sono come le pozzanghere italiane, che hanno dimensioni umane. No: a Glasgow sono piccoli laghi. Ad Edimburgo ne ho vista una che cercava di emulare l’oceano, aveva pure le onde e le maree.

L’ombrello meglio tenerlo in borsa.

glasgow-climate-graph-sm

In verde le precipitazioni. In blu le temp minime.

A dirla tutta, a Glasgow siamo anche fortunati. Il vento non ti scaraventa per terra come fa in altre parti della Scozia, e le bufere che hanno fatto danni giù in Inghilterra ci hanno sempre risparmiato. Devo ancora affrontare neve o grandine, il termometro scende raramente sotto i tre gradi, l’umidità non mi rovina le mani né i polmoni o la permanente, ogni tanto le nuvole si discostano, smosse dal capriccio di questo clima volubile. Per cui non venite a rompere chiedendomi del tempo, farò orecchie da mercante.

Eppure, ogni volta che torno in Italia mi stupisco di quanto possa essere blu il cielo.

glasgow-rain

I passanti con l’ombrello sono comparse, o turisti.

It’s one of the beloved conversational topic in UK. The only that encounters general favour, doesn’t displease anyone, who brings together in a general complain both national and foreigner hearts, and the favourite inquiry of relatives at home. The weather.

When I first came here, I was amazed how heavy the rain is, raindrops are big and sound, they pop up from underneath and sideways. Pounds are like ponds, lochs, lakes, seas. Nonetheless there’s no way to use the brolly: the wind has no mercy. You’d rather try and adapt to the environment and survive without it.

But please, stop bothering, we know glaswegian weather is always like that. There’s no reason to complain. 

When I travel back home, I am astonished how deeply blue can be the sky though.

Advertisements

One response to “Piove/Rain

  1. Io che oggi ho fatto Scozia – Italia mi stupisco di questo tunnel grigio internazionale che ricopre i cieli delle mie case.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s