Irn-Bru/Mum was a Fanny

Gli Scozzesi sono estremamente orgogliosi della propria terra. Tra i vari vanti nazionali ci sono ovviamente le bevande. Ma se vi aspettate un post sul whisky, o sulla birra (che qui si chiama lager), vi siete rivolti alla persona sbagliata.

Però oltre ai (super)alcolici, in Scozia viene prodotta pure una bibita analcolica: la Irn-bru, bevanda ginger dal colore capellidellabrambilla e sapore di medicina (sul serio, non è possibile dare una definizione più precisa). È nata nel 1901 a metà strada tra Glasgow ed Ediburgo e il nome è una storpiatura di iron brew (,,ferro fermentato”), dato che contiene in minima parte un sale del ferro, oltre a caffeina e chinino e troppi coloranti.

se non e' scozzese....e' una cagataÈ la bibita gasata più bevuta in Scozia, surclassa perfino la Coca Cola. Se non l’avete mai assaggiata, tranquilli, non vi siete persi niente. Però non perdetevi gli spot, scanzonati, irriverenti, a volte volgari e vagamente rozzi, una specie di ritratto colorito (e solo in parte stereotipato) della gente scozzese-cadenza inclusa.

PLAYLIST

Canale ufficiale

Questo e’ il mio preferito:

(fanny non è solo il diminutivo di Frances, ma vuol dire coglione).

Vi censuro invece i cartelloni pubblicitari, ma potete reperirli googlando ,,irn bru advert” su images.

Disclaimer: non ho ricevuto compensi da parte della Irn-Bru per tutta questa pubblicità, ma in caso il mio numero di conto bancario è a loro disposizione.

1993-IRN-BRU-RANGE

Scots are extremely proud of their country. Among the national prides there occur some drinks. But if you expect me to write about whisky or lager, I’m the wrong guy for you.

The “second national drink in Scotland” is Irn-Bru. It was born in a town between Glasgow and Edinburgh in 1901. Its name is a misspelling of iron brew, since this ginger-colored, medicine-flavored drink contains a wee bit of iron citrate, along with caffeine, quinine and some creepy dyes.

That’s the first most-drunk soft drink in Scotland, competing directly against Cola & Co. If you’ve never had the chance to drink it, no worries, you haven’t missed out much. But you mustn’t miss out the commercials. They’re irreverent, easy-going, at times vulgar or somewhat coarse. A sort of vivid (and partly stereotypical) portrait of Scottish folk-included their accent. I love in particular this one

Here’s the official channel on youtube, and here a practical playlist.

I’ve censured the board adverts, but you can easily check them out by googling them.

Disclaimer: Irn-Bru didn’t pay me for such free advertising-but if they fancy, I’m ready to pass them my account number.

Advertisements

3 responses to “Irn-Bru/Mum was a Fanny

  1. Disgustosa, davvero, ma gli spot sono molto divertenti 🙂 Il mio ragazzo, da bravo scozzese doc, ne beve a quantita’ industriali.

    • Sai che sto cominciando ad apprezzarla? Ho pure mangiato il fudge all’Irn-Bru. Però a me piace qualsiasi cosa che abbia lo zucchero, quindi non faccio testo. Quando la portavo a una festa o a una cena, ero l’unico a berla. Ho smesso.
      Però gli spot sono spassosi!

  2. Pingback: Della Scozia mi manca/I miss of Scotland | I'll sugar and preserve my days like fruit

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s