Cartolina di Natale/Christmas card

Si dice cartolina di Natale? Più propriamente è un biglietto d’auguri. Qui in Gran Bretagna è d’obbligo riceverne e scriverne minimo minimo una decina, se si ha una vita sociale decente. Si sfiora il ridicolo, si scrivono cartoline non tanto per persone lontane  come calorosa e decorativa alternativa alla posta elettronica, ma soprattutto per i colleghi, amici, parenti, vicini di casa. Cartoline da sfoggiare sul luogo di lavoro o sulla mensola del caminetto. Io non sono ancora così british da riceverne (però le scrivo).

Hannah è la mia vicina di scrivania. Siamo molto diversi, la sua scrivania è un casotto assurdo (anche se la mia si batte bene), un inferno di post-it, tazze di tè sporche, cavi e pezzi di congegni. C’è pure una palla da yoga sotto il tavolo, di quelle da sedercisi sopra per stare belli dritti. Hannah arriva al lavoro tardi, a volte ci incrociamo quando sto per andarmene. Hannah sembra timida e tormentata sotto la superficie. Però secondo me se siamo capitati vicini c’è un motivo, un disegno. Siamo un po’ alternativi rispetto al resto dell’ufficio. Lei mi parla in un inglese buffo e io le rispondo con un inglese altrettanto incomprensibile, tanto che i nostri dialoghi sono più pezzi da teatro dell’assurdo. Eppure, in qualche maniera ci capiamo. E ieri mi ha consegnato una carta, la mia prima carta d’auguri di Natale. Grazie Hannah, buon Natale anche a te.

wpid-2014-12-18-08.56.27.jpg.jpeg

 

British people are mad about cards in general and Christmas cards in particular. If you are a Briton, you are supposed to write at least a handful of cards each Christmas, and receive back the same. Cards to show off on the office desk or on the mantelpiece. It is something I am not accustomed to. Why should I write a card to my parents, colleagues, friends, people I meet frequently and I will greet in person, rather than to people I cannot reach? Anyway.

Hannah gave me yesterday my first Christmas card ever (by saying this, I am sure I will sound like I have no friends!). Hannah is my deskmate. She and I are different, sometimes I don’t get what she says and I’m aware she doesn’t get me either, but somehow I feel we match. And evidently we understand each other nonetheless. Thank you Hannah, merry Christmas to you as well.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s